Il Botswana fu svelato al pubblico europeo attraverso filmati televisivi e conferenze. Reportage sull’abbondante fauna; scoperta del delta dell’Okavango con le sue acque provenienti dall’Angola ed evaporate, bevute consumate dalle sabbie del Kalahari; filmati sui popoli San, gli ultimi Bushmen. Ma chi conosce veramente il Botswana? Protettorato britannico del Bechuanaland fino al 1966 il paese guadagna pacificamente la sua indipendenza. La scoperta dei giacimenti diamantiferi a Orapa modifica profondamente l’economia del paese. Con più del 70% della valuta straniera proveniente dall’estrazione dei minerali e con un governo stabile il paese prospera ed investe nella protezione ambientale.
Il Botswana rimane un paese difficilmente accessibile per i viaggiatori solitari e a piccolo budget, il governo ha infatti deciso di proteggere il suo patrimonio naturale dal turismo di massa applicando tariffe molto elevate diventando così una destinazione di lusso. Ciò non toglie che se avete la possibilità di un safari in Botswana questa sarà un’esperienza indimenticabile ricca di emozionanti incontri con animali selvaggi.
Botswana-Map

Delta dell’Okavango

thedeltaQuesto misterioso delta é appassionante. Dalle imbarcazioni ricavate da tronchi potrete appropriarvi questo bacino punteggiato di isole di palme e papiri. Bei stagni tappezzati di ninfee dalle quali spesso spuntano piccole e curiose orecchie di ippopotami addormentati. Kwara è uno dei rari campi che possa offrire quasi tutto l’anno crociere in barca ed escursioni in mokoro. Scoprite e riscoprite il delta al suo risveglio all’alba e lasciatevi scivolare sulle sue acque silenziose. In fine pomeriggio partite in safari e cercate i predatori in agguato in cerca di prede facili.

Riserva di Moremi

moremiMoremi a volte secco a volte umido. La parte arida é ombreggiata dai mopane. Questi preziosi alberi danno un apporto in vitamine e proteine indispensabile a quasi tutti gli erbivori della regione. Gli elefanti ne sono ghiotti i tronchi sradicati, rovesciati e schiacciati al suolo ne sono la prova. Il paesaggio é punteggiato anche da alte e fresche cattedrali di argilla costruite dalle termiti e sulle quali gli indolenti leopardi si stendono durante le ore calde.
Il delta e le sue paludi accarezzano la terra arida e dura, la frontiera é ben visibile una flora lussureggiante la delimita. La fauna sembrerà senza dubbio inafferrabile, eppure il regno animale assetato dall’arido Kalahari non rimane indifferente ad una tale abbondanza d’acqua.

Il Savuti

SavutiSavuti è ciò che rimane di un antico lago che nel passato godeva di un’abbondanti piogge pluviosità.
Questa regione oramai arida ed austera ospita numerosi animali che tra novembre e maggio migrano alla ricerca d’acqua verso il Chobe e Linyanti.
Questa recioge non delude mai, i paesaggi dai drammatici crepuscoli e dai magici colori fanno da perfetti cornici per l’osservazione dei leoni, licaoni e iene sempre pronte a saltare sulle prede.

Il parco nazionale di Chobe

chobe

Chobe situato nella parte nord del Botswana tra i suoi magnifici paesaggi e gli impressionanti tramonti vi troverete continuamente faccia a faccia ad un impressionante abbondanza di animali selvatici.

Le escursioni e le attività variano a seconda delle stagioni e dei lodge dove pernotterete. Potrete esplorare il fiume con escursioni a piedi accompagnati da guide professionali e armate e crociere sul fiume o safari in 4x4. Vedrete branchi di elefanti, bufali, zebre, antilopi, leoni e altre specie meno conosciute.

Il parco nazionale di Nxai Pan

nxaiIl parco nazionale di Nxai Pan è strettamente legato a quello di Makgadikgadi Pan. Durante la stagione secca gli animi si raggruppano nei pressi dei punti d’acqua artificiali e durante la stagione delle piogge (febbraio-aprile) il Pan si risveglia, importanti branchi di erbivori occupano la pianura. Zebre, Onyx, gnosi si riuniscono a centinaia. Questi raggruppamenti attirano clan di leoni, iene e licaoni sempre alla ricerca di facili prede.

Il parco nazionale di Makgadikgadi Pan

makgadikgadiI pan di Makgadikgadi sono le vestigia di antichi ed immensi laghi che ricoprivano una grande parte del nord Botswana. I pans di Sua e di Netwe formano i 12 000kmq del Makgadikgadi Pan. I paesaggi sono unici. Negli ultimi mesi invernali quando il calore fa tremare l’orizzonte un leggero velo annebbia la vista e crea insensati miraggi: vasti laghi immaginari, struzzi volanti o ancora rocce trasformate in montagne fluttuanti del cielo.
Inizio settembre: i grossi branchi di gnu, antilopi e zebre invadono le praterie ancora aride in attesa delle piogge liberatrici, é la grande migrazione. Dicembre comincia il diluvio, i ciuffi d’erba si colorano di verde, la prateria rinasce.

La riserva del Kalahari Centrale

Kalahari

Il Kalahari Centrale non è un propriamente un deserto caratterizzato da grandi dune sabbiose ma piuttosto una regione arida , un vasto deposito di sedimenti sabbiosi  ricoperti da una vegetazione sporadica e composta principalmente di arbusti. La regione è percorsa da piccoli corsi d’acqua stagionali.
Questa vasta regione silenziosa è la culla della civiltà San, secondo le credenze di questo popolo è qui ce si può ascoltare di notte la ‘musica delle stelle’.

Questa è la contea dei ‘grossi gatti’: i leoni, leopardi e ghepardi impongono la loro legge sui branchi di gnu, taurotraghi, bubali, ecc. I licaoni e le rarissime iene brune potrebbero sorprendervi durante le vostre escursioni.

Il parco nazionale Transfrontier Kalahari

transfrontierSituato nella parte sud ovest, questo parco nazionale si estende su tre paesi: il Sud Africa, la Namibia ed il Botswana.
Famoso per le sue fantastiche dune di sabbia rossa, le piste che si perdono all’orizzonte, per i suoi cieli infiniti questo parco può offrirvi dei bellissimi incontri con i predatori che popolano la regione: leoni, ghepardi, iene brune, ecc….

Perchè scegliere Sikiliza ?

Culla dell’’umanità e terra dai mille volti, l’Africa non la si può ignorare ed una volta conosciuta non la si può dimenticare.
Esplorare questo continente, vivere al ritmo delle stagioni, ripercorrere le piste polverose tracciate dai nostri antenati, ammirare l’abbondante fauna, realizzare un sogno di viaggio … questo è quello che Sikiliza sa fare al meglio, lo facciamo con voi … per voi!

Ancora un ringraziamento per la qualità della preparazione del viaggio. Tutto era perfetto. Oltre che all’abbondante fauna africana, abbiamo...