Spiagge di sabbia bianca che si estendono all’infinito, vegetazione lussureggiante, accoglienza calorosa ed un tocco d’avventura, questo è ciò che il Mozambico promette ai suoi ospiti.
Con acque azzurro-turchesi punteggiate da arcipelaghi sporadici il paese è famoso per il suo litorale di circa 2500 km, dove si possono ancora trovare alcuni tratti totalmente incontaminati. Ma il Mozambico ha anche dei tesori nell‘entroterra dove si celano parchi nazionali remoti e ancora poco frequentati: il parco nazionale di Nyassa all’estremo nord, raggiungibile unicamente con piccolo aereo ed il parco nazionale di Gorongosa.
Mozambique-Map

Il parco nazionale di Gorongosa

GorongozaIn un passato recente Gorongosa fu sinonimo di Renamo, la fazione armata che si oppose negli anni Settanta al partito Frelimo sprofondando il paese in una sanguinosa guerra civile. In quel periodo gli animali furono cacciati e sterminati in vaste regioni.
Ai giorni nostri la situazione è ben cambiata, il paese pacificato è in pieno boom economico. Grazie ad una politica di reintroduzione e di protezione i parchi nazionali si sono ripopolati. Il Gorongosa ospita ormai gradi branchi di bufali antilopi come l’antilope nera (hippotragus niger) e l’antilope roana (hippotragus equinus), gli elefanti sono stati reintrodotti e tutta questa fauna ha attirato i grandi predatori come i leoni.

L’arcipelago di Bazaruto

BazarutoSoprannominato ‘il gioiello dell’Oceano Indiano’ l’arcipelago di Bazaruto è composto da 6 isole: Bazaruto, Margaruge, Banque, Ben guerra, Santa Carolina e Pancy Shell Island.
L’arcipelago e le acque circostanti sono oramai protette grazie alla creazione del parco nazionale. L’ultima popolazione di dugong (in via d’estinzione) trovano rifugio in queste acque, così come i delfini, balene e tartarughe marine. Le isole sono anche loro rifugio per piccole antilopi, le scimmie Samango e numerosi uccelli, trai quali i fiamminghi rosa.

L’isola Benguerra

benguelaL’isola Benguerra, situata à 14 kms dalla costa, è la più grande delle isole dell’arcipelago Bazaruto. All’estremità nord dell’isola, sulla spiaggia troverete numerose conchiglie tipiche di queste isole, le pancy shell, che  non sono in realtà delle vere conchiglie, ma piuttosto l’ossatura interna di un mollusco endemico di queste acque.
I due laghi d’acqua dolce che si trovano al centro dell’isola sono dei punti interessanti per il birdwatching.

La riserva di Pomene

PomeneLa baia di Pomene è situata a circa 100 kms a nord di Inhambane, è accessibile unicamente in 4x4. La baia e ancora tralasciata del turismo di massa e vi sono poche strutture ricettive, il che ha permesso all’ecosistema di conservare la sua bellezza naturale.

La riserva di Niassa

NiasseReserveLa riserva è situata all’estremo nord del paese, confinante con la Tanzania, è accessibile con piccolo aereo. E la più grande e la più selvaggia riserva del Mozambico, un rifugio per numerosi specie animali come i leoni, licaoni, iene. La superficie del parco è quasi il doppio di quella del Kruger National Park. Il suo paesaggio è caratterizzato dalla presenza di piccoli monti rocciosi, il monte Mecula svetta fino a 1141m.

Il parco nazionale delle Quirimbas

quirimbaQuesto magnifico arcipelago, situato nella provincia di Cabo Delgado nel nord del paese, è composto da una catena di 27 isole e isolotti. Qui ci si trova nel parco nazionale di Qurimbas in un ’melting pot’ composto dalla cultura araba, portoghese e ovviamente africana. Con la sua vegetazione composta da alti noci di cocco e palme ci si aspetta d’incontrare pirati, contrabbandieri ed altri personaggi usciti dal opera classica ‘L’isola del Tesoro’!
Durante le immersioni con bombole si possono ammirare alcune delle più belle barriere coralline al mondo.

Ilha de Mozambique

IlhedeMozambiqueIlha de Mozambique, patrimonio mondiale, é situata à 3 kms dalla costa ed é una delle più affascinanti destinazioni del Mozambico. Vasco de Gama vi accostò nel 1498 e nel 1507. All’inizio del XV secolo divenne un centro navale che si trasformò in importante colonia portoghese.
Oggi sull’isola  aleggia un’atmosfera anomala di città fantasma dalla quale esala una nuova e frenetica vita.Da visitare: la cappella Sao Paula e l’omonima piazza, il museo marittimo, il Forte Sao Sebastiao, ecc

L’isola di Pemba

pembaNel 1904, Pemba fu nominata capitale di Cabo Delgado. E una cittadina piacevole con un piccolo aeroporto, un porto e alcune bellezze naturali come la sua costa idillica con le sue spiagge bianche bagnate dalle acque turchesi ed il più grande porto naturale al mondo.

Perchè scegliere Sikiliza ?

Culla dell’’umanità e terra dai mille volti, l’Africa non la si può ignorare ed una volta conosciuta non la si può dimenticare.
Esplorare questo continente, vivere al ritmo delle stagioni, ripercorrere le piste polverose tracciate dai nostri antenati, ammirare l’abbondante fauna, realizzare un sogno di viaggio … questo è quello che Sikiliza sa fare al meglio, lo facciamo con voi … per voi!

Ancora un ringraziamento per la qualità della preparazione del viaggio. Tutto era perfetto. Oltre che all’abbondante fauna africana, abbiamo...